Descrizione del progetto

INIZIATIVA
Fare Scuola Fuori dalle Aule

TIPOLOGIA
Istruzione e formazione

DURATA DEL PROGETTO
5 giorni nel mese di ottobre 2017.

DESCRIZIONE DEL PROGETTO
OBIETTIVO EDUCATIVO GENERALE DEL PROGETTO:

L’obiettivo educativo del progetto è quello di collegare scuola e ambiente, didattica e gioco e di far scoprire e conoscere in modo nuovo agli allievi l’ambiente naturale, il rapporto che lega l’uomo alle risorse ambientali e naturali.

OBIETTIVI EDUCATIVO-FORMATIVI SPECIFICI DEL PROGETTO:

  • Vivere piacevoli esperienze a contatto con la natura e favorire esperienze di incontro, dialogo, confronto e condivisione di gruppo.
  • Esplorare un ambiente naturale per far nascere il gusto e la curiosità di conoscerlo meglio, imparando così a rispettarlo.
  • Favorire la conoscenza dell’ambiente a livello ecologico ed umano per consentire ad ogni alunno una consapevole collocazione nel proprio contesto territoriale.
  • Favorire il benessere psicofisico da utilizzare in tutti i momenti della vita scolastica e non.

OBIETTIVI COGNITIVI SPECIFICI DEL PROGETTO:

  • conoscere la struttura e il funzionamento dei sistemi ecologici e naturali;
  • maturare il proprio senso di responsabilità nell’impatto con la natura e nella gestione delle sue risorse.

OBIETTIVO METODOLOGICO DEL PROGETTO:

Imparare ad osservare, registrare i dati raccolti, rappresentare, interpretare, classificare, ordinare, analizzare riconoscendo il rapporto tra causa ed effetto.

DESCRIZIONE DEL PROGETTO:

Il progetto prevede due moduli formativi da 40 ore ciascuno, che coinvolgono complessivamente 80 alunni, suddivisi in maniera equa tra le istituzioni scolastiche partner. I moduli verranno svolti parallelamente nell’arco di 5 giornate fuori dal contesto scolastico di riferimento, cosi come previsto dall’avviso pubblico di riferimento.

L’area interessata dalle attività e dagli itinerari escursionistici è quella che afferisce principalmente i siti naturalistici, ambientali e paesaggistici compresi nell’area del Parco Nazionale della Sila crotonese e contigua.

Il percorso naturalistico – ambientale che si propone perseguirà i seguenti obiettivi educativo-formativi:

  • Vivere piacevoli esperienze a contatto con la natura e favorire esperienze di incontro, dialogo, confronto e condivisione di gruppo.
  • Esplorare un ambiente naturale per far nascere il gusto e la curiosità di conoscerlo meglio, imparando così a rispettarlo.
  • Favorire la conoscenza dell’ambiente a livello ecologico ed umano per consentire ad ogni alunno una consapevole collocazione nel proprio contesto territoriale.
  • Favorire il benessere psicofisico da utilizzare in tutti i momenti della vita scolastica e non.
  • I suddetti obiettivi verranno raggiunti attraverso attività di:
  • Esplorazione del territorio;
  • Percorsi naturalistici ed ecologici;
  • Percorsi di educazione ambientale;
  • Percorsi di educazione agro-alimentare;
  • Conoscenza della flora e della fauna locali;

DESTINATARI DEL PROGETTO:

N° 40 allievi, frequentanti le classi I°, II° e III°, del Liceo Scientifico-Linguistico Statale “Pitagora di Rende (CS) e N° 40 allievi, frequentanti le classi I°, II° e III°, dell’IC San Fili (CS).

METODOLOGIA DEL PROGETTO:

Le esperienze che i ragazzi realizzeranno durante il campo scuola saranno articolate dal punto di vista metodologico, in cinque diversi e successivi momenti:

  1. la scoperta
  2. il gioco – avventura
  3. i laboratori
  4. la riflessione
  5. l’animazione

1) LA SCOPERTA

Rappresenta sicuramente il momento più importante e suggestivo, perché comprende l’impatto, a volte sorprendente, con gli aspetti multiformi dell’ambiente naturale: montano, collinare, di pianura e marino.

L’escursione è il momento in cui, stimolati dagli operatori del campo scuola, i ragazzi si porranno degli interrogativi e scopriranno ciò che di solito ai loro occhi risulta “invisibile”.

Verrà stimolato l’utilizzo dei sensi: impareranno a toccare, a odorare, ad ascoltare, a fare, senza fermarsi alla sola fase descrittiva. Attraverso questo uso guidato dei sensi, i ragazzi stabiliscono un approccio con il mondo della natura con il quale, in genere, hanno scarsa confidenza.

2) GIOCO-AVVENTURA

E’ il momento, invece, in cui sperimenteranno situazioni nuove, avventurose e affascinanti, per loro inusuali attraverso esercitazioni tecniche, simulazioni avventurose e giochi finalizzati.

3) I LABORATORI

I contenuti naturalistici del programma saranno rielaborati dagli alunni in gruppi di lavoro attraverso i quali sarà anche possibile approfondire le esplorazioni e le scoperte compiute nel corso delle uscite. Tale fase di lavoro avverrà attraverso l’allestimento di diversi laboratori, che utilizzeranno varie metodologie a seconda del gruppo di studenti che partecipa (accogliendo motivazioni e interessi specifici). Di volta in volta, si sceglieranno i laboratori più adatti alle esigenze degli alunni e dei docenti con l’obiettivo di proporre tecniche interessanti, semplici e divertenti.

4) LA RIFLESSIONE

E’ dedicata al confronto e alla discussione su ciò che è avvenuto durante la giornata, portando i ragazzi ad una riflessione sulla esperienza vissuta, rendendoli consapevoli del lavoro svolto.

Ai docenti e agli operatori ciò servirà per trarre degli spunti, per i primi come lavori da svolgere successivamente in classe e per i secondi come attività da svolgere nei giorni di campo scuola.

5) L’ANIMAZIONE

I momenti del gioco e dell’animazione serale contribuiranno a creare un clima di serenità tra i partecipanti e a rafforzare i rapporti tra gli alunni e tra questi e gli adulti; potranno inoltre divenire ulteriori momenti di rielaborazione delle esperienze didattiche offerte dal campo scuola.

RISULTATI ATTESI:

Il principale risultato atteso dall’iniziativa progettuale è quello di permettere agli studenti una conoscenza più approfondita di sé e dell’altro, che vada al di là del lavoro curriculare e che punti l’attenzione sulla valorizzazione di ciascuno e sul rispetto reciproco, al fine di offrire spunti utili per l’affermazione dell’identità e l’aumento dell’autostima del singolo, da una parte, e per il miglioramento delle dinamiche interpersonali dall’altra.

DIFFUSIONE DELL’ANDAMENTO E DEI RISULTATI DEL PROGETTO:

Tutte le fasi e le attività, nonché gli obiettivi e i risultati attesi del progetto saranno consultabili, oltre che sul presente spazio web dedicato, sui siti web istituzionali degli istituti scolastici coinvolti. Con la collaborazione del capo-progetto referente, degli altri docenti/tutor accompagnatori e degli esperti esterni, verrà realizzato, utilizzando foto, documenti, ricordi e scritti relativi all’esperienza vissuta, un book fruibile sul web dal titolo “SCUOLE IN CAMPO”.